Cerca
 cerca informazioni o persone
 

Il programma si basa sul criterio fondamentale della reciproca fiducia fra le Istituzioni (golden rule); questo permette di semplificare al massimo il riconoscimento degli studi svolti presso l'istituzione partner. Frequentando i corsi e sostenendo gli esami puoi guadagnare crediti formativi che andranno a far parte del tuo curriculum studiorum. I crediti possono essere acquisiti svolgendo attività di studio a tempo pieno e/o attività di ricerca finalizzata alla preparazione della tesi di laurea.

Il piano degli studi contenente le attività didattiche da svolgere all’estero prende il nome di Learning Agreement. Il Learning Agreement deve essere compilato online tramite Esse3 prima della partenza e deve essere approvato dal Responsabile  di destinazione e dall'università partner. Nella compilazione del Learning Agreement dovrai verificare l’affinità dei corsi che intendi seguire presso l’Università ospitante con i corrispondenti insegnamenti impartiti presso l’Università di Trento. 

Quali attività posso sostenere all'estero?

  • qualsiasi esame previsto dal proprio piano di studi (ad esclusione degli esami del primo anno di Laurea ed esami già sostenuti con profitto presso UniTrento);
  • esami obbligatori, caratterizzanti e attività a scelta vincolata purché i corrispondenti corsi stranieri siano tematicamente affini;
  • esami a scelta libera: in questo caso non è necessaria l'affinità tematica con i corsi offerti presso UniTrento, purché i corsi stranieri siano coerenti con il proprio percorso di studi (NO esami di lingua e cultura locale);
  • Laboratori/Seminari purché il corso offerto dall’Università ospitante risulti analogo per impostazione e metodo, ancorché con argomenti diversi da quelli impartiti nel Dipartimento di Economia e Management ma comunque coerente con il proprio indirizzo di studi. Tutto ciò si applica solo qualora i corsi di Laboratorio non possano essere frequentati presso il Dipartimento di Economia e Management in un periodo diverso da quello del periodo di mobilità;
  • esami di lingua straniera, anche diversa da quella in cui vengono tenute le lezioni presso l’Università ospitante. I crediti dei corsi di lingua verranno riconosciuti in carriera unicamente come prove di lingua curriculare (se non ancora sostenuta) o come crediti in sovrannumero;
  • non è possibile inserire esclusivamente esami in sovrannumero;
  • ricerca tesi esclusivamente nelle destinazioni che, da bando, prevedono questa attività.
  • è possibile sostituire il tirocinio curriculare con la frequenza con profitto presso l’università partner di uno o più corsi a scelta dello studente, purché coerenti con il percorso di studi di quest’ultimo, per un numero di crediti almeno pari a quelli previsti per il tirocinio. Non è possibile sostituire il tirocinio utilizzando crediti di corsi di lingua e cultura.

Nota bene!

Nella maggior parte dei casi le Università partner non usano il sistema ECTS/CFU: questo vuol dire che non vi è corrispodenza 1:1 tra i crediti stranieri e i crediti in uso presso l'Università di Trento. In questo caso i crediti riconoscibili verranno calcolati sulla base delle ore di lezione svolte all'estero per ogni insegnamento tenuto conto che sei ore di lezione corrispondono ad 1 CFU.